Come migliorare la fase subacquea nel nuoto

"Uno dei particolari sui quali si è lavorato di più negli ultimi anni per ottenere importanti progressi in termini di efficienza e velocità della nuotata, è la fase subacquea, definita anche quinto stile.
Il segreto per realizzare un’ottima fase subacquea è di saper usare bene le gambe durante la cosiddetta delfinata, ma non solo. Eseguire una forte gambata a delfino nella fase subacquea permette ad un nuotatore di mantenere lo slancio, o abbrivio, ottenuto dalla partenza o all’uscita da una virata, contribuendo in maniera significativa ad ottenere un’alta velocità costante per diversi metri. Ecco perché dunque risulta importantissimo lavorare per migliorare sempre di più questa tecnica che spesso risulta un valore aggiunto nell’economia generale di una gara. Per eseguire un’ottima fase subacquea bisogna affinare la tecnica e l’assetto per mantenere una perfetta streamline durante la nuotata riducendo così la resistenza dell’acqua, perfezionare la tecnica di gambata, nonché lavorare su partenze e virate che se inefficienti, non possono essere seguite da una fase subacquea idonea. Infine, è importante allenare la capacità polmonare..."

Continua a leggere su Swim4life Magazine

Ultima modifica ilMartedì, 20 Giugno 2017 09:19
(0 Voti)
Letto 1035 volte

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.